Sangiovese faentino premiato al concorso nazionale “Bollino dell’Enohobby”

Marco Campanacci_Sangiovese_Enohobby2015Sulle colline di Faenza, in località San Mamante nei pressi della Torre di Oriolo, c’è un’azienda vitivinicola che dal 2008 dedica, giorno dopo giorno, tempo passione e risorse per produrre vino di qualità: Campanacci (www.campanacci.com).

«Non siamo soliti partecipare a concorsi e inviare campioni alle guide enologiche, in quanto la nostra più grande soddisfazione è quella di ricevere commenti favorevoli ai nostri vini da parte del pubblico, che anno dopo anno dimostra di apprezzarli sempre più. Tuttavia ricevere  riconoscimenti nei concorsi enologici nazionali  non può che riempirci d’orgoglio!». Questo il commento di Marco Campanacci, titolare dell’Azienda, alla notizia che il loro Romagna Sangiovese DOC Riserva 2011 ha ottenuto l’ambito “Distinzione” della giuria nella categoria vini rossi secchi, al rinomato Concorso nazionale “Bollino dell’Enohobby”. Una giuria altamente qualificata composta da enologi e sommelier, sotto la guida del Presidente delle commissioni l’enologo Pio Ionni e della Presidente dell’Enohobby Club, Marta Cartoceti.

La premiazione ufficiale del concorso, con la cerimonia di consegna degli attestati di “Distinzione”, si svolgerà il 4 luglio a Pesaro. Il Concorso, giunto alla 33a edizione, si svolge nelle Marche e vi partecipano vini provenienti da tutte le regioni della penisola.

Vinitaly 2015: Campanacci vini, presente!

In anticipo di qualche settimana rispetto al tradizionale periodo di svolgimento, dal 22 al 25 marzo a Verona si svolgerà l’edizione 2015 del Vinitaly, uno fra i più importanti appuntamenti al mondo dedicati al Vino.

Fra i rappresentanti del vino romagnolo di qualità ci sarà l’Azienda Campanacci di Faenza, che al Vinitaly si presenterà con le nuove annate di alcuni prodotti, riconfermando la gamma ricca di ben 14 referenze. Dal  Sangiovese declinato in 5 diverse vinificazioni, compreso il Rosato Frizzante, al Trebbiano e all’Albana, senza tralasciare il Caprifico ed il Rovesco, originali ed apprezzati uvaggi di casa Campanacci.

Vinitaly2015_piccola«I nostri vini stanno riscontrando nei consumatori un gradimento crescente e questo, ovviamente, non può che farci piacere – commenta Marco Campanacci, titolare dell’Azienda – Già da anni i nostri vini sono apprezzati dal mercato per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e per la crescita qualitativa, che è alla base del nostro lavoro quotidiano in vigna e in cantina».

L’Azienda Campanacci sarà all’interno del Padiglione 1 Emilia Romagna, Stand C-D 10.

A Enologica 2014 anche i vini Campanacci

locandina-enologica-2014bd«Le vendite delle nostre bottiglie di vino stanno andando bene anche fuori regione, mentre in Emilia Romagna ci stiamo sempre più consolidando». Questo il breve commento dell’Azienda Campanacci che si appresta a partecipare da protagonista all’edizione 2014 di “Enologica – Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna”, in programma al Palazzo Re Enzo di Bologna il 22, 23 e 24 novembre.  In particolare saranno presentati gli ultimi nati in casa Campanacci: il Caprifico (uvaggio di Trebbiano, Albana e Chardonnay) e il Rovesco (uvaggio di Sangiovese, Merlot e Cabenet Sauvignon), che stanno ottenendo crescente successo di pubblico e di critica.

Nuovo nato e già in bottiglia!!!

L’attiRovesco piccola x newsvità dell’azienda Campanacci non si ferma mai. E così, in attesa di aprire il nuovissimo agriturismo immerso nelle colline della Torre di Oriolo, e nel pieno della vendemmia 2014, Campanacci presenta un nuovo vino, imbottigliato da pochi giorni: “Rovesco” 2013.

Si tratta di un Sangiovese IGT dal gusto pieno, morbido e giustamente tannico, dai profumi leggermente floreali che si accompagnano a prevalenti note fruttate, che vanno dalla ciliegia, ai frutti rossi alla prugna. Ottimo in abbinamento con secondi di carne, salumi e formaggi stagionati.

Campanacci nel pallone… ma solo per beneficienza!

ATTESTATO PARTECIPAZIONE 10.05.14

L’azienda Campanacci è stata partner del “Mundialito per club anni 90”, torneo – esibizione di calcio a sette tra formazioni “storiche” di calcio dilettanti degli anni ‘80 e ’90, che si è svolto a metà maggio allo Stadio Negrini di Castenaso.

L’obiettivo dell’evento è stato quello di aiutare l’associazione “Gli amici di Sergio”, impegnata dal 2011 nella raccolta di fondi per le spese di assistenza a Sergio Isabella, colpito da S.L.A. nel 2006 e ricoverato dal 2010 nella clinica Villa Nigrisoli di Bologna.

Campanacci Vini: “chicche” enologiche e novità per il Vinitaly 2014

Dal 6 al 9 aprile l’Azienda Campanacci di Faenza, che ha la sede e i terreni nei pressi della Torre di Oriolo, parteciperà al Vinitaly 2014 di Verona (Padiglione 1 Emilia Romagna, Stand C10), il più importante evento internazionale dedicato al mondo del vino, giunto quest’anno alla 48° edizione.

Sarà questa l’occasione per presentare ai tantissimi operatori del settore provenienti da tutto il Mondo la vendemmia 2013 dei propri vini, ma soprattutto alcune “chicche” e alcune novità enologiche che contraddistinguono l’attività dell’Azienda Campanacci. Come a esempio: l’anteprima del Romagna Sangiovese Riserva 2011, l’Albana di Romagna Passito 2010 e l’originale “Caprifico”, un bianco che nasce dalla sapiente unione di Trebbiano e Albana, i due dei vini bianchi simbolo della Romagna.

www.campanacci.com

 

Nuova grappa di Sangiovese per Campanacci

grappa, sangiovese, romagna, oriolo, campanacci, vino romagna, albana, trebbianoCampanacci non produce solo ottimo vino. Con uno dei vitigni principali dell’azienda, il Sangiovese di Romagna, viene infatti prodotta anche un’eccellente grappa monovitigno. Quest’anno è uscita l’annata 2012 con una nuova etichetta e una nuova bottiglia. Quello che invece non è cambiato, è la qualità del prodotto, garantita dalla distillazione artigianale discontinua a vapore di vinacce fresche e morbide.

Campanacci: un’ottima vendemmia 2013!

vino, romagna, vino romagna, campanacci, sangiovese, albana, trebbiano, vendemmia 2013La vendemmia all’Azienda Campanacci si sta per concludere.
Uva abbondante e qualità elevata forniscono ottime prospettive per i vini del prossimo anno.
Grazie anche all’attento ed appassionato lavoro che verrà svolto in cantina dall’enologa Marisa Fontana,
quella 2013 si preannuncia come la migliore annata da quando Campanacci produce vino.

100 x 100 dolce! Nuovo vino in casa Campanacci

 

bottiglia GRANDE X SITO.jpgSi chiama semplicemente “100” il nuovo vino proposto dall’Azienda Campanacci di Faenza. “100” perché ottenuto al 100% da uve Centesimino, un vitigno autoctono di queste colline nelle quali in località di Oriolo dei Fichi, dove ha sede e terreni Campanacci, era già coltivato a partire dagli anni 30 ed era riconosciuto con il nome di “Savignôn Rosso”.

 

“100” è un vino dolce, pieno, complesso e avvolgente, non stucchevole, dal colore rosso granato. Al naso tendono a prevalere note floreali, con particolare riferimento alla rosa, tipica del vitigno Centesimino. Si accompagnano ai fiori note fruttate e in particolare di ciliegia matura sotto spirito e di marmellata di prugne.

 

Ottimo in abbinamento con dolci al cioccolato e con pasticceria secca, per un dopocena all’insegna del gusto e della qualità.